Dal Web

IL BAR DOVE SI PUO' SCRIVERE SUI MURI

Chi di noi non ha mai sognato di scarabocchiare su tavoli, tovaglioli e muri? Anche solo per spirito ribelle adolescenziale, in tanti abbiamo desiderato lasciare (e a volte lasciato sul serio) la nostra “impronta” in luoghi particolarmente significativi per le nostre vite: un bar, un parco, un ristorante, …

Anche l’usanza dei lucchetti a Ponte Milvio (Roma) deriva da questo desiderio di lasciare qualcosa di sé che ricordi un amore o un evento speciale. Ed ecco che un locale, a Londra, ha deciso di sfruttare lo spirito artistico dei suoi clienti ed esaudire, contemporaneamente, il loro desiderio di lasciare il segno.


Si chiama “The Doodle Bar” (tradotto: il bar dello scarabocchio) ed è situato all’interno dello spazio Testbed1, un’area artistica che ha recuperato un vecchio spazio industriale abbandonato nel quartiere di Battersea. E la scelta della location non è affatto casuale: qui, infatti, si ritrovano i londinesi più al passo coi tempi , che seguono e spesso creano l’arte e la moda del momento.

Al Doodle Bar non solo è lecito, ma anche incoraggiato scrivere sui muri, allestiti in ardesia e predisposti con gessetti, pennarelli e colori. Così, chiunque può lasciare una frase (memorabile o meno), un disegno, una grafica, seguendo l’ispirazione del momento, tra un drink e un piatto gourmet.
Si, perché in questo locale si sperimenta non solo sulle pareti, ma anche a tavola .


Un’idea sicuramente da copiare, anche per far divertire i più piccoli, che solitamente al ristorante si annoiano e decidono di colorare pareti e mobili di loro spontanea volontà.

Leggi tutto...

IL PACKAGING FA IL MONACO

Nel marketing spesso la confezione conta più del contenuto, almeno ad un primo approccio con il proprio target di clientela. Come nella pubblicità, la prima cosa che si vede deve colpire l’occhio del cliente per avvicinarlo al prodotto.

Leggi tutto...

L'abbinamento perfetto

Ha del geniale l'idea grafica dedicata a questa azienda vinicola per pubblicizzare i propri prodotti. Nel gesto classico del brindisi, infatti, si crea con la texture del vino l'immagine dell'abbinamento alimentare consigliato.

Leggi tutto...

Il gadget giusto

Spesso basta un gadget, un omaggio, un semplice oggetto con la grafica giusta a fare la differenza per la vostra attività commerciale.E' quello che è successo, ad esempio, per questa catena di palestre, che ha scelto di regalare ai propri iscritti (ma anche soltanto a chi veniva a chiedere informazioni) questa bustina personalizzata.

Leggi tutto...

“THE OCCASIONAL WIFE”, UN’IDEA IMPRENDITORIALE VINCENTE

L’idea arriva da Kay Morrison, ex imprenditrice alberghiera di New Orleans in pensione che, dopo l’ennesima discussione casalinga ha capito di aver bisogno di una “moglie occasionale”. E proprio “The Occasional Wife” è il nome che ha dato a questo nuovo concept di azienda di consulenza e servizi per famiglie.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS