Giappone: impiegati sostituiti dal robot

Sono in molti a temere il giorno in cui le macchine sostituiranno i lavoratori umani, ma invece che un lontano scenario post-apocalittico, potrebbe essere già realtà. In una più importanti compagnie di assicurazioni giapponesi, infatti, trentaquattro dipendenti saranno licenziati e sostituiti da un sistema di intelligenza artificiale, in grado di calcolare le liquidazioni sanitarie in modo totalmente autonomo.
La Fukoku Mutual Life Insurance (questo il nome della compagnia assicurativa) così aumenterà la propria produttività del 30%, con un risparmio di circa 340 milioni di yen (2 miliardi e 775 milioni di euro) ed un ritorno sull’investimento in meno di due anni.
Il sistema di intelligenza artificiale si basa su Ibm Watson Explorer, in grado di
analizzare e interpretare ogni genere di dato (audio, video, immagini e testo non strutturato), certificati e di storie mediche, per calcolare l’ammontare della cifra da erogare al paziente. Per i primi tempi i calcoli delle macchine saranno comunque supervisionati e approvati dal personale umano, ma questa innovazione rappresenta un enorme risparmio di tempo e denaro per l’azienda.
Altre compagnie assicurative giapponesi hanno dichiarato di voler automatizzare completamente il calcolo delle liquidazioni e durante il mese di febbraio, il ministro dell’Economia giapponese introdurrà, in via sperimentale, un sistema di intelligenza artificiale che avrà il compito di snellire modalità e tempi della redazione di progetti in risposta alle richieste dei ministri.

Fonte: Corriere Innovazione