App Salvanegozi

Hanno due finalità: una piace ai commercianti, l’altra soddisfa i consumatori. Sono le app e i siti web che portano i clienti nei negozi fisici, esempio di come il digitale possa aiutare il commercio tradizionale e il cliente contemporaneamente. Secondo le stime di RetailMeNot.it in Italia dal 2014 alla fine del 2017 l’e-commerce crescerà di oltre il 62% superando i 10 milioni di euro.
A livello europeo l’aumento dell’e-commerce provocherà un calo dell’1,5% delle vendite nei negozi fisici.
Un case-study importante in questo senso è quello di Doveconviene, la app che in 8 anni ha raggiunto oltre 22 milioni di euro di investimenti. Si tratta di una piattaforma digitale, accessibile sia tramite app gratuita che dal portale www.doveconviene.it, che mette a disposizione dell’utente informazioni utili come orari, localizzazione e volantini di negozi e supermercati, per aiutare l’utente nella sua scelta.
Da novembre, inoltre, è attivo un servizio di notifica per iniziative, concorsi e novità nelle vicinanze dell’utente, che sfrutta appieno le potenzialità dei dispositivi mobile, sempre più usati da tutti.
Altra app interessante a questo scopo è Checkbonus, che premia i consumatori quando vanno nei punti vendita convenzionati, anche se non acquistano nulla. Tramite GPS  la app localizza l’utente e gli fa accumulare punti per gift card e buoni acquisto da spendere in uno dei negozi convenzionati, indipendentemente da dove sono stati raccolti.
Risparmiosuper, poi, aiuta i consumatori a fare la lista della spesa risparmiando, sempre tramite la localizzazione.
Infine, c’è Ti Frutta che restituisce al cliente una percentuale della somma spesa, attraverso una tecnologia di riconoscimento dati contenuti negli scontrini di cassa di ultima generazione. Basta fotografare lo scontrino dopo l’acquisto e inviarlo alla app che accredita il denaro sul borsellino virtuale dell'utente.

Fonte: Corriere Economia

 

Fonte articolo: Corriere Economia