EUROPA NEWS DEL 24.05.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

BREXIT

Lunedì 22 maggio, il Consiglio Ue “Affari generali”, riunito nel formato UE27, ha adottato una decisione che autorizza l'avvio dei negoziati sulla Brexit con il Regno Unito e che designa la Commissione negoziatore dell'UE e le direttive di negoziato per i negoziati sulla Brexit. I testi si basano sulla raccomandazione presentata dalla Commissione il 3 maggio 2017 e sugli orientamenti adottati dal Consiglio europeo (Articolo 50) il 29 aprile 2017. La loro adozione consentirà l'avvio dei negoziati con il Regno Unito, dopo che quest'ultimo ha notificato la sua intenzione di recedere dall'UE (a norma dell'articolo 50 del trattato sull'Unione europea). “Intendo aprire la prima fase dei negoziati il 19 giugno” ha detto il caponegoziatore Michel Barnier. I principi di base per i futuri negoziati sono: - nessuna trattativa sul futuro quadro delle relazioni con il Regno Unito prima di un "progresso sostanziale" sull’accordo di uscita; - garantire i diritti dei cittadini europei colpiti dalla decisione britannica di lasciare l'UE; - la preservazione dei progressi ottenuti nel processo di pace in Irlanda del Nord (tra cui l'assenza di un confine fisico fra l'Irlanda e Irlanda del Nord); - assicurare il rispetto da parte del Regno Unito di tutti gli impegni finanziari presi in quanto Stato membro. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

AIUTI DI STATO

Regole semplificate sugli investimenti pubblici a favore di porti e aeroporti, cultura e regioni ultra periferiche

Il 17 maggio la commissione UE ha approvato nuove norme sugli aiuti di Stato che esonerano alcune misure di sostegno pubblico a favore di porti e aeroporti, della cultura e delle regioni ultra periferiche dall'esame preliminare della Commissione. L'obiettivo è facilitare investimenti pubblici in grado di creare posti di lavoro e stimolare la crescita, pur mantenendo la concorrenza. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

MERCATO DIGITALE

Nuove regole per le piattaforme on-line

Le Commissioni ITRE e IMCO del Parlamento UE hanno adottato lo scorso 18 maggio un report congiunto sulle piattaforme on-line che definisce il quadro delle nuove regole europee che consentiranno ai cittadini UE con sottoscrizioni a pagamento online per film, eventi sportivi, musica e serie TV potranno accedere a questi contenuti durante un soggiorno all’estero in un altro paese UE. Il report prevede anche maggiori controlli sulla residenza dell’utente per evitare la violazione dei diritti d’autore e misure a tutela degli utenti per la protezione dati e la privacy. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

ECONOMIA CIRCOLARE

Il Consiglio UE da avvio ai negoziati con Parlamento e Commissione europea

Il Comitato dei Rappresentati permanenti (Coreper) del Consiglio dell’UE ha deciso il 19 maggio di dare avvio al trilogo con Commissione e Parlamento europeo al fine di giungere ad un compromesso comune sulla Economia Circolare. Le proposte riguardano le direttive in tema di rifiuti (comprensivi anche dei rifiuti alimentari), imballaggi, discariche e batterie. 

Il Parlamento aveva approvato le proprie proposte nella sessione plenaria del 14 marzo, mentre il Consiglio ha trovato un accordo tra gli Stati membri su un testo condiviso nel corso delle ultime settimane. Su richiesta di alcuni governi, tra i quali Francia ed Italia, arriva anche la richiesta di cambiare la base legale della legislazione dall’art. 114 del Trattato di Lisbona (mercato unico) al 192 (protezione ambientale). Il primo incontro del trilogo è previsto il prossimo 30 maggio.

 

Il Parlamento europeo si impegna a combattere lo spreco alimentare nell’Ue

I punti principali contenuti nel rapporto adottato dal Parlamento europeo per combattere lo spreco alimentare nell’UE sono principalmente il taglio dello spreco alimentare del 30% entro il 2025 e del 50% entro il 2030, facilitare le donazioni di cibo e rendere più chiare le etichette “da consumarsi preferibilmente entro” e “da consumarsi entro”. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

AFFARI INTERNI

Lotta alla criminalità organizzata e alle forme gravi di criminalità

Il Consiglio ha adottato delle conclusioni che fissano le priorità dell'UE nella lotta alla criminalità organizzata e alle forme gravi di criminalità nel ciclo programmatico 2018-2021. Nelle conclusioni sono state individuate dieci priorità dell'UE in materia di lotta alla criminalità: cybercriminalità, stupefacenti, agevolazione dell'immigrazione illegale, reati organizzati contro il patrimonio, tratta degli esseri umani, frode in materia di accise e frode intracomunitaria dell'operatore inadempiente, armi da fuoco, criminalità ambientale, fondi di origine illegale e riciclaggio dei proventi nonché falso documentale. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

POLITICA DI COESIONE

Il giusto mix di finanziamenti per le regioni d'Europa

Giovedì 18 maggio è stata votata la risoluzione del Parlamento europeo che delinea le linee guida per equilibrare le quote di utilizzo degli strumenti finanziari (sotto forma di microcredito, prestiti, garanzie, capitale netto e di rischio) e delle sovvenzioni nella politica di coesione dell’Ue post-2020. Il rapporto evidenzia che il giusto equilibrio risiede nella logica di intervento di tali strumenti che rispondono a esigenze di sviluppo territoriali, settoriali o di mercato diverse rispetto alle sovvenzioni. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Prospettive future per l'assistenza tecnica nell'ambito della politica di coesione

Giovedì 18 maggio il Parlamento europeo ha votato un rapporto sull’assistenza tecnica nell’ambito della politica di coesione. Il Parlamento ritiene che, per il post-2020, la Commissione europea dovrebbe sostenere maggiormente gli Stati membri nell’assistenza tecnica per la preparazione di progetti a favore delle regioni europee e mettere a disposizione degli Stati membri le competenze necessarie a questo fine. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Le regioni e le città europee vogliono costituire una coalizione per difendere la politica di coesione

Durante la sessione plenaria del Comitato delle Regioni a Bruxelles, molte organizzazioni che rappresentano le regioni e le autorità locali hanno affermato la loro determinazione a lanciare una “coalizione” informale per difendere e migliorare la politica di coesione, in particolare relativamente al suo bilancio. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

FINANZIAMENTI

Piano Juncker: il Parlamento europeo vuole aumentare i criteri qualitativi degli interventi

Lunedì 15 maggio i parlamentari europei della Commissione bilancio (BUDG) e economia e finanza (ECON) hanno condiviso la posizione secondo la quale, dati i risultati positivi dal punto di vista quantitativo, il piano di investimenti strategici (FEIS) dovrebbe migliorare anche i suoi criteri qualitativi, supportando maggiormente investimenti in settori quale il sociale, delle industrie culturali e delle biotecnologie. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

 

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 19.05.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

MERCATO INTERNO

“Uber deve rispettare le regole sul Trasporto” afferma l’Avvocato Generale della Corte Europea di Giustizia

Lo scorso 11 maggio, nell'ambito di una causa promossa da una associazione di categoria dei tassisti catalani (C-434/15), l’Avvocato generale della Corte Europea di Giustizia ha reso pubbliche le proprie conclusioni, chiedendo alla Corte di riconoscere che l’attività di piattaforme come Uber deve essere assoggettata alle regole del Trasporto e non a quelle dei servizi informatici e digitali. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS: NUMERO SPECIALE


PROGRAMMA ROADSHOW E AGENDA EVENTO PRIMA TAPPA A TORINO

 “Dare Fondo ai Fondi”

Confcommercio - Imprese per l'Italia è da anni impegnata per diffondere capillarmente fra i propri associati la conoscenza dei valori su cui si fonda l'Unione europea. Tra le attività messe in essere, la Confederazione ritiene essenziale far comprendere appieno le opportunità che l'Europa offre, con particolare riferimento alle diverse forme di finanziamento europee potenzialmente a disposizione di cittadini e imprenditori. 

Per questi motivi, in occasione dei 60 anni dalla firma dei trattati di Roma, Confcommercio - Imprese per l'Italia, con il supporto della propria Delegazione presso l'UE e della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, avvia un road-show intitolato:

"Dare fondo ai fondi: come usare al meglio le opportunità dell'UE".

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 4.05.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

SHARING ECONOMY

Accordo del Parlamento europeo sul testo definitivo

La commissione IMCO (mercato interno e consumatori) del Parlamento europeo ha approvato il testo definitivo della relazione sulla economia collaborativa, o sharing economy. 

Con un accordo raggiunto tra tutti i gruppi politici (EPP, S&D, ECR, ALDE, Verdi, GUE ed EFDD), il testo è stato votato praticamente all'unanimità. 

Numerose le questioni affrontate: dalla trasparenza fiscale delle piattaforme alle soglie da individuare per i professionisti. La Relazione sarà quindi approvata nel corso della sessione plenaria di giugno. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 27.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

LAVORO

La Commissione presenta il pilastro europeo dei diritti sociali

Il pilastro stabilisce 20 principi e diritti fondamentali per sostenere il buon funzionamento e l'equità dei mercati del lavoro e dei sistemi di protezione sociale. Nelle intenzioni, esso è destinato a servire da bussola per un nuovo processo di convergenza verso migliori condizioni di vita e di lavoro in Europa. Il pilastro è concepito principalmente per la zona euro ma è applicabile a tutti gli Stati membri dell'UE che desiderino aderirvi. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 20.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

TURISMO

Indagine europea sulla prenotazione dei viaggi online: due terzi dei siti web non sono affidabili

La Commissione europea, con le autorità di tutela dei consumatori di tutti Paesi membri, coordina ogni anno il controllo dei siti web in un particolare settore. Nel 2016 sono stati controllati complessivamente 352 siti web che confrontano offerte e prezzi, soprattutto nel settore dei viaggi. Ne è emerso che i prezzi di 235 siti, ossia due terzi dei siti controllati, non erano affidabili. Ad esempio, costi supplementari venivano aggiunti in una fase conclusiva della procedura di prenotazione senza informare chiaramente il consumatore oppure i prezzi promozionali non corrispondevano a servizi disponibili. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 6.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

SHARING ECONOMY

Divisioni politiche in Parlamento europeo

Nonostante la approvazione delle opinioni delle commissioni EMPL e ITRE sulla sharing economy, rimangono le distanze tra i maggiori gruppi politici in Parlamento europeo relativamente allaproposta di Relazione del Parlamento europeo su un'agenda europea per l'economia collaborativa. In particolare, sui temi relativi alla responsabilità delle piattaforme, il level playing field ed i diritti sociali dei lavoratori si registrano le maggiori differenze tra il gruppo S&D ed il Partito Popolare europeo. Per questa ragione, il voto in commissione IMCO, previsto inizialmente il 24 aprile, dovrebbe essere ritardato di almeno una settimana. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 30.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

FUTURO DELL’UE

60° Anniversario della firma dei Trattati

A pochi giorni dalla presentazione del Libro bianco sul futuro dell’Europa, il 25 marzo i 27 Capi di Stato e di Governo hanno firmato la “Dichiarazione di Roma” nell’ambito dei festeggiamenti per il60° Anniversario della firma dei Trattati che hanno dato vita alla comunità economica europea e all’Euratom. Nella Dichiarazione viene definita una visione comune per gli anni a venire e sottolineato che l'Ue è un'Unione unica, dotata di istituzioni comuni e di forti valori, una comunità di pace, libertà, democrazia, fondata sui diritti umani e lo stato di diritto, una grande potenza economica che può vantare livelli senza pari di protezione sociale e welfare. I leader hanno dichiarato che, consapevoli delle preoccupazioni dei cittadini dell'UE, si impegnano per la realizzazione del programma di Roma e hanno promesso di adoperarsi per: - un'Europa sicura; - un'Europa prospera e sostenibile; - un'Europa sociale; - un'Europa più forte sulla scena mondiale.

Anche Confcommercio ha contribuito alle celebrazioni dei 60 anni, sostenendo e partecipando ad un evento su “l’Impatto dell’integrazione europea sulla crescita delle aziende”, organizzato dal giornale online EuNews. L’incaricato per le Politiche Ue, Alberto Marchiori, è intervenutosottolineando come la Confederazione creda molto nell'Ue fin dai tempi del Presidente Orlando. "La vita delle imprese - ha detto Marchiori - è cambiata in meglio con il mercato unico ma il problema è che ora si è creato un eccesso di burocrazia e una forte carenza di rappresentanza politica". "Noi vogliamo che i nostri imprenditori si sentano più europei e dobbiamo fare azioni di rappresentanza più forti a Bruxelles". Marchiori ha concluso il suo intervento sottolineando che "i mali non sono tutti in Europa, eliminiamo quelli a casa nostra e evitiamo che Ue ne crei altri". (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Leggi tutto...

Europa news del 23.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

MERCATO INTERNO

Approvata dal Parlamento UE il progetto di regolamento per la tutela dei consumatori dalle truffe on-line

La Commissione IMCO del Parlamento UE ha espresso voto favorevole lo scorso 21 marzo sul testo di progetto di regolamento già approvato dal Consiglio lo scorso 20 febbraio, che prevede maggiori poteri per le Autorità competenti in materia di tutela dei consumatori dalle truffe on-line. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 16.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

VERTICE EUROPEO

Il Consiglio europeo si è riunito a Bruxelles gli scorsi 9 e 10 marzo. Il Consiglio ha rieletto presidente Donald Tusk per un secondo mandato di due anni e mezzo, dal 1º giugno 2017 al 30 novembre 2019. Donald Tusk è stato inoltre rinominato presidente del Vertice euro per lo stesso periodo. I Capi di Stato e di Governo hanno valutato la situazione economica dell'UE e della zona euro, concludendo che le riforme attuate dagli Stati membri dal 2008 stanno dando frutti: - la ripresa economica prosegue, registrando una crescita positiva in tutti gli Stati membri e le prospettive sono incoraggianti; il livello di disoccupazione è ai minimi dal 2009; lo stato delle finanze pubbliche sta migliorando e gli investimenti stanno aumentando. Per garantire la sostenibilità della ripresa economica, i leader hanno chiesto riforme strutturali, il rafforzamento delle finanze pubbliche e la promozione degli investimenti, anche tramite la rapida proroga del Fondo europeo per gli investimenti strategici. I leader si sono compiaciuti del voto favorevole espresso dal Parlamento europeo sull'accordo economico e commerciale globale (CETA) tra l'UE e il Canada e ne attendono con interesse l'imminente applicazione provvisoria. I Capi di Stato hanno inoltre ribadito la necessità di completare l'Unione bancaria in termini di riduzione e condivisione dei rischi nel settore finanziario. Hanno sottolineato l'importanza della cooperazione internazionale nella concezione di norme prudenziali e di vigilanza comuni per i servizi finanziari. Nell'ambito del Semestre europeo - il processo annuale di coordinamento delle politiche economiche dell'UE - essi hanno approvato le priorità strategiche per il 2017, illustrate nell'analisi annuale della crescita di quest'anno, e il progetto di raccomandazione del Consiglio sulla politica economica della zona euro per il 2017. Si prevede che gli Stati membri tengano conto di tali priorità nelle rispettive politiche nazionali. Infine, per quanto riguarda la dimensione sociale della crescita economica, i leader attendono il vertice sociale per l'occupazione equa e la crescita che si terrà a Göteborg il 17 novembre 2017. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News 09.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

IVA

Nuova sentenza Corte UE sull'IVA per gli e-book

A due anni esatti dalla ultima sentenza, la Corte di Giustizia dell'UE torna a ribadire la possibilità del legislatore nazionale di differenziare tra le pubblicazioni cartacee ed elettroniche, al fine dell'applicazione dell'aliquota IVA. Tuttavia, con la pubblicazione del Piano d'azione per l'IVA dello scorso 1° dicembre, la Commissione ha già presentato una proposta che mira a superare tale differenziazione tra pubblicazioni cartacee ed elettroniche. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...