Europa News del 21.09.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

OCCUPAZIONE E AFFARI SOCIALI

Erasmus+: PE, aumentare fondi per partecipazione giovani

Il Parlamento europeo chiede più risorse per il programma Erasmus + nel quadro del bilancio UE post 2020, nella relazione approvata in plenaria sul futuro del programma Erasmus+. Nel documento gli europarlamentari illustrano gli interventi da mettere in atto per favorire la partecipazione di tutti i giovani europei al programma Erasmus+ 2014-2020. Sebbene nel corso degli anni l'Erasmus+ abbia subito una significativa evoluzione - consentendo a un numero maggiore di partecipanti di migliorare le proprie conoscenze - attualmente meno del 5% dei giovani europei beneficiano del programma a causa di fattori socio-economici, finanziamenti limitati e disuguaglianze tra i Paesi, cui si aggiunge la complessità dell'iter di presentazione delle domande e della gestione amministrativa. Inoltre, lo scarso tasso di successo dei progetti lanciati nell’ambito del programma, insieme al numero limitato delle borse e l'elevata domanda di partecipazione potrebbero pregiudicare il successo di Erasmus+ quale programma faro dell'Ue. Il Parlamento Ue invita quindi la Commissione e gli Stati membri a rendere il programma più aperto e accessibile, massimizzando il sostegno economico rivolto ai partecipanti, con particolare attenzione alle persone svantaggiate. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Skills Agenda for Europe - PE, aumentare fondi per istruzione e formazione

Il Parlamento UE chiede più fondi e attenzione alle competenze imprenditoriali, tecniche e scientifiche per la Skills Agenda for Europe. L’Agenda UE per le competenze è stata lanciata nel 2016 dalla Commissione europea per migliorare le competenze dei cittadini e stimolare la crescita nel mercato del lavoro. A tal proposito il Parlamento UE, ritiene necessario sviluppare uno strumento paneuropeo di previsione delle competenze richieste dal mercato del lavoro, in continua evoluzione, al fine di rafforzare l'adattabilità degli individui, la cittadinanza attiva e l'inclusione sociale. Nella relazione del PE si sottolinea la necessità di promuovere nei percorsi di istruzione e formazione le competenze digitali, nel campo scientifico, tecnologico, ingegneristico e matematico (STEM), insieme alle competenze imprenditoriali. L’obiettivo è ridurre da un lato il divario digitale nell’Ue, anche attraverso interventi di apprendimento permanente rivolti alla popolazione più anziana, e dall’altro rafforzare l'occupabilità dei cittadini europei, incoraggiando la creatività e il pensiero critico. A seguito dei tagli agli investimenti in istruzione e formazione - diminuiti del 2,5% tra il 2010 e il 2014 nell’Unione - il Parlamento europeo incoraggia il Collegio dei commissari ad aumentare i finanziamenti per l’istruzione e la formazione nell'ambito dei programmi quadro europei, nonché del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), al fine di promuovere la partecipazione attiva di tutti i cittadini alla società e al mercato del lavoro. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

MERCATO INTERNO

Politica industriale Ue

Il 18 settembre la Commissione europea ha presentato la sua comunicazione sulla politica industriale, presentata subito dopo l’annuncio fatto da Juncker nell’ambito del suo discorso sullo Stato dell’Unione. I punti salienti della strategia di politica industriale dell'UE sono: - un pacchetto globale teso a rafforzare la cibersicurezza dell’industria (13 settembre 2017); - una proposta di regolamento sul libero flusso dei dati non personali (13 settembre 2017); - una nuova serie di azioni riguardanti l'economia circolare (autunno 2017); - un insieme di iniziative tese a modernizzare il quadro per la proprietà intellettuale (autunno 2017); - un'iniziativa per migliorare il funzionamento degli appalti pubblici nell'UE (autunno 2017); - l'ampliamento dell'agenda per le competenze a nuovi settori industriali, quali l'edilizia, la siderurgia, l'industria cartaria, le tecnologie verdi e l'energia rinnovabile, l'industria manufatturiera e il trasporto marittimo (autunno 2017); - una strategia sulla sostenibilità finanziaria al fine di orientare meglio i flussi di capitale privato verso investimenti più sostenibili (inizio 2018); - iniziative per una politica commerciale equilibrata e innovativa e un quadro europeo per il controllo degli investimenti esteri diretti che possono costituire una minaccia alla sicurezza o all'ordine pubblico (13 settembre 2017); - un elenco riveduto delle materie prime critiche(13 settembre 2017); - nuove proposte in materia di mobilità pulita, competitiva e interconnessa (autunno 2017). (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

 

FISCALITÀ

La Germania è il principale ostacolo al One-Stop-Shop

Parlando nel corso di una conferenza organizzata il 20 settembre presso il centro studi tedesco “Friederich Ebert Stiftung”, Donato Raponi, principale responsabile della Commissione europea in ambito di imposizione indiretta, ha affermato come la Germania sia il maggiore ostacolo alla estensione del On-Stop-Shop ai beni tangibili in tutta Europa. Benché la Germania abbia avuto un incremento impositivo di 300 milioni di euro dalla applicazione di tale strumento nell’ambito delle transazioni di beni digitali, i risultati sono stati volutamente sottostimati dal Parlamento tedesco, ed il Governo continua a mostrare una mancanza di fiducia verso la capacità di controllo fiscale degli altri Stati membri. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

IVA: la Reverse Charge probabilmente non verrà sperimentata in nessun Paese

Attualmente la raccolta fiscale derivante da IVA in Europa perde circa il 14% del proprio gettito a causa di frodi, molte delle quali avvengono in ambito di transazioni transfrontaliere. Tra le soluzioni possibili, anche quella di applicazione generalizzata del meccanismo di inversione fiscale (reverse charge). La Commissione europea, dopo lunghe resistenze, ha concesso da questo anno la possibilità di sperimentare tale meccanismo in un Paese europeo. Tuttavia le condizioni imposte, tra cui quella di limitare la sperimentazione a 5 anni, hanno fatto desistere il governo austriaco e potrebbero portare anche il governo ceco, che si era proposto, ad abbandonare l’idea di tale sperimentazione. Tra le critiche maggiori al reverse charge, il fatto di permettere altre tipologie di frodi e ridurre le liquidità aziendali; tra gli aspetti positivi però quello di ridurre l’esposizione finanziaria, anticipando il pagamento dell’IVA. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Web-tax: divisioni tra i governi UE all’ECOFIN, la Commissione presenta alcune opzioni

Nel corso dell’incontro dei ministri delle finanze europei di sabato 16 settembre a Tallin, sono emerse delle differenze rispetto alla proposta sulla cd. webtax. La lettera di posizionamento a favore di una tassazione basata dei fatturati dei giganti di internet è stata infine firmata da dieci paesi. A Germania, Francia, Italia e Spagna, che presentavano la posizione, si sono aggiunte Austria, Bulgaria, Grecia, Portogallo, Romania e Slovenia. Tuttavia alcuni Paesi (circa 9) hanno delle riserve minori, mentre altri sono totalmente contrari. La Commissione ha quindi pubblicato unaComunicazione con un elenco di possibili opzioni, con l’auspicio che i leader europei identifichino la loro preferenza tra quelle proposte, nel corso del prossimo vertice informale sull'economia digitale dei capi di Stato o di governo, prevista venerdì 29 settembre a Tallinn. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

FINANZIAMENTI

Il Parlamento europeo approva il programma WiFi4EU

Il Parlamento europeo riunito in seduta plenaria il 12 settembre ha approvato il programma WiFi4EU, un progetto pilota per l'accesso gratuito a Internet con 120 milioni di euro per i prossimi due anni. I fondi saranno usati in modo "geograficamente equilibrato". Ad essere finanziate saranno le connessioni wireless gratuite nei centri pubblici. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

SME Instrument 2018-2020: Giornata Nazionale di Lancio dei Bandi in Horizon 2020

Il 19 ottobre, l’Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea, per conto del MIUR e con la partecipazione dei Funzionari della Commissione Europea, terrà a Roma la Giornata Nazionale dedicata allo Strumento dedicato al supporto finanziario alle PMI (SME Instrument) del programma per la ricerca e l’innovazione ORIZZONTE 2020. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Programma Europa Creativa: Anno europeo del patrimonio culturale 2018

La Commissione europea ha pubblicato un invito a presentare proposte per finanziare progetti di cooperazione transnazionale connessi all’Anno europeo del patrimonio culturale che si celebrerà nel 2018. Gli operatori culturali, come sale da concerto, teatri lirici e gruppi teatrali in tutta l’UE, sono invitati a partecipare alle attività dell’Anno europeo del patrimonio culturale volte a rafforzare il senso di appartenenza a uno spazio comune europeo. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

UNIONE DEL MERCATO DEI CAPITALI

Il Parlamento europeo ha votato la revisione dei Fondi di venture capital (EuVECA) e dei Fondi di imprenditoria sociale europei (EuSEF).

Giovedì 14 settembre il Parlamento europeo ha votato la revisione dei fondi di venture capital(EuVECA) e dei fondi di imprenditoria sociale europei (EuSEF) per sbloccare gli investimenti e diversificare le fonti di finanziamento per le imprese e i progetti a lungo termine. L’obiettivo è quello di stimolare gli investimenti in capitale di rischio e i progetti sociali e di rendere più semplice l'investimento in PMI. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

La Commissione propone riforme per una supervisione finanziaria più forte

Mercoledì 20 settembre, la Commissione europea ha proposto una serie di riforme per una maggiore integrazione finanziaria verso una piena Unione dei mercati dei capitali, promuovere l'occupazione e gli investimenti e rafforzare l'Unione economica e monetaria. Le proposte intendono rafforzare la sostenibilità nelle pratiche di supervisione a livello europeo. Inoltre, la Commissione propone modifiche mirate sulla composizione e organizzazione dell'Esrb, che monitora i rischi per la stabilità del sistema finanziario e una migliore gestione dei rischi. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

COMMERCIO INTERNAZIONALE

Al via il trattato di libero scambio UE-Canada (CETA)

Il 21 settembre entra in vigore in via provvisoria il Ceta, il trattato di libero scambio tra Unione Europea e Canada. L'accordo, per essere pienamente operativo dovrà essere ratificato dai singoli Parlamenti. In Italia il testo arriverà nell'aula del Senato il prossimo 26 settembre. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Delegazione della Commissione IMCO negli USA per rilanciare il dialogo in materia commerciale

Una delegazione della Commissione IMCO del Parlamento UE si è recata fra il 19 ed il 21 settembre 2017 negli Stati Uniti allo scopo di rilanciare il dialogo con l’amministrazione USA e una serie distakeholder per la definizione delle principali questioni regolatorie in materia di servizi, di standard comuni e di partecipazione agli appalti pubblici nei rapporti commerciali fra le due sponde dell’Atlantico. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Leggi tutto...

Europa News del 14.09.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

FUTURO DELL’UE

Posizione BusinessEurope

Businesseuropea, l’Organizzazione europea degli industriali, ha pubblicato l’8 settembre il suo position paper sul futuro dell’Europa (Libro bianco, 1° marzo 2017) “The way forward: the business vision for the future of the European Union”In tale documento, l’Organizzazione europea non ha fatto una scelta specifica tra i cinque scenari proposti, essa ha invece valutato che quello ideale sarebbe un mix tra lo scenario 4 e 5 con alcuni aspetti del terzo attraverso strumenti utilizzati a titolo eccezionale e non come un obiettivo da perseguire poiché, secondo la Presidente di BusinessEurope, occorre preservare la coerenza del processo d’integrazione europea. Nello scenario proposto, non è previsto una modifica dei Trattati, ma un miglioramento delle regole esistenti e in particolare viene richiesto: - una maggior convergenza nell’ambito dell’UEM; - un atteggiamento aperto in tema di commercio internazionale; - una promozione degli investimenti pubblici e privati di qualità; - il rinnovo della strategia europea industriale. In merito alla dimensione sociale, viene proposto di concentrarsi sulla competitività piuttosto che produrre normative sociali aggiuntive. Infine, BusinessEurope ribadisce la sua posizione sul Brexit: un’Ue che debba mantenere rapporti stretti con il Regno-Unito, ma non a scapito del mercato unico e delle quattro libertà fondamentali, chiedendo un periodo di transizione (2 o 3 anni) durante il quale il RU potrebbe rimanere nel mercato interno e nell’unione doganale. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 7.9.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

DISCORSO SULLO STATO DELL’UNIONE

Il prossimo 13 settembre il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, pronuncerà il suo discorso sullo Stato dell’Unione dinanzi al Parlamento europeo a Strasburgo. Tale intervento, molto atteso, si inserisce in un contesto politico ed economico in evoluzione e nella riflessione in corso sul Futuro dell’Ue con la pubblicazione del Libro bianco lo scorso 1° marzo. Juncker ha già in parte dichiarato le proprie intenzioni davanti alla conferenza degli ambasciatori dell'Ue lo scorso 29 agosto. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 27.07.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

IL PROSSIMO APPUNTAMENTO CON EUROPA NEWS SARÀ IL 24.08.2017

 

AFFARI SOCIALI

Primo contatto tra I sindacati europei e il Presidente francese Macron

Il primo incontro tra i sindacati europei (ETUC) e il Presidente francese Macron si è tenuto il 21 luglio a Parigi. Durante l’incontro, a cui ha partecipato il Segretario Generale Luca Visentini, si è discusso di tre grandi questioni: il futuro dell’UE, la Proclamazione Interistituzionale sul Pilastro europeo dei diritti sociali e il distacco dei lavoratori. Su questi ultimi due dossier, Visentini ha sottolineato la necessità di trovare un accordo durante il prossimo Consiglio Occupazione e Affari Sociali (EPSCO) che si terrà il 23 ottobre. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 13.07.2017

OPPORTUNITÀ

FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

AFFARI SOCIALI

Pilastro Europeo dei diritti sociali: gli Stati membri decideranno entro ottobre il posizionamento sulla proclamazione interistituzionale

Durante l’incontro del Comitato dei Rappresentanti Permanenti (Coreper I) lo scorso 11 luglio, gli Stati membri hanno raggiunto un accordo sull’adozione di un approccio generale riguardante una proclamazione interistituzionale per il Pilastro europeo dei diritti sociali e che verrà definita durante il consiglio occupazione e affari sociali (EPSCO) di ottobre. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 22.06.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

VERTICE EUROPEO

Oggi e domani si tiene a Bruxelles il Vertice europeo che prevede all'ordine del giorno i seguenti dossier: Sicurezza interna e difesa; l’Accordo di Parigi sul clima; il Mercato interno, il Commercio internazionale; l’approvazione delle raccomandazioni per paese (Semestre europeo); i flussi migratori e l’Europa digitale (preparazione del Digital Summit a Talline il 29 settembre).

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DELL'1.06.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

DELEGAZIONE CONFCOMMERCIO

Il 31 maggio e il 1° giugno, il Presidente Alberto Marchiori, Incaricato delle politiche UE, ha accolto a Bruxelles una delegazione di Federsicurezza, guidata dal suo Presente Avv. Luigi Gabriele, per accompagnarla ad una serie di incontri con le Istituzioni europee. La delegazione ha incontrato alcuni eurodeputati, il capo unità della DG HOME, un membro di gabinetto del Commissario King e la Rappresentanza Permanente d’Italia.  (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 19.05.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

MERCATO INTERNO

“Uber deve rispettare le regole sul Trasporto” afferma l’Avvocato Generale della Corte Europea di Giustizia

Lo scorso 11 maggio, nell'ambito di una causa promossa da una associazione di categoria dei tassisti catalani (C-434/15), l’Avvocato generale della Corte Europea di Giustizia ha reso pubbliche le proprie conclusioni, chiedendo alla Corte di riconoscere che l’attività di piattaforme come Uber deve essere assoggettata alle regole del Trasporto e non a quelle dei servizi informatici e digitali. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS: NUMERO SPECIALE


PROGRAMMA ROADSHOW E AGENDA EVENTO PRIMA TAPPA A TORINO

 “Dare Fondo ai Fondi”

Confcommercio - Imprese per l'Italia è da anni impegnata per diffondere capillarmente fra i propri associati la conoscenza dei valori su cui si fonda l'Unione europea. Tra le attività messe in essere, la Confederazione ritiene essenziale far comprendere appieno le opportunità che l'Europa offre, con particolare riferimento alle diverse forme di finanziamento europee potenzialmente a disposizione di cittadini e imprenditori. 

Per questi motivi, in occasione dei 60 anni dalla firma dei trattati di Roma, Confcommercio - Imprese per l'Italia, con il supporto della propria Delegazione presso l'UE e della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, avvia un road-show intitolato:

"Dare fondo ai fondi: come usare al meglio le opportunità dell'UE".

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 4.05.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

SHARING ECONOMY

Accordo del Parlamento europeo sul testo definitivo

La commissione IMCO (mercato interno e consumatori) del Parlamento europeo ha approvato il testo definitivo della relazione sulla economia collaborativa, o sharing economy. 

Con un accordo raggiunto tra tutti i gruppi politici (EPP, S&D, ECR, ALDE, Verdi, GUE ed EFDD), il testo è stato votato praticamente all'unanimità. 

Numerose le questioni affrontate: dalla trasparenza fiscale delle piattaforme alle soglie da individuare per i professionisti. La Relazione sarà quindi approvata nel corso della sessione plenaria di giugno. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 27.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

LAVORO

La Commissione presenta il pilastro europeo dei diritti sociali

Il pilastro stabilisce 20 principi e diritti fondamentali per sostenere il buon funzionamento e l'equità dei mercati del lavoro e dei sistemi di protezione sociale. Nelle intenzioni, esso è destinato a servire da bussola per un nuovo processo di convergenza verso migliori condizioni di vita e di lavoro in Europa. Il pilastro è concepito principalmente per la zona euro ma è applicabile a tutti gli Stati membri dell'UE che desiderino aderirvi. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 20.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

TURISMO

Indagine europea sulla prenotazione dei viaggi online: due terzi dei siti web non sono affidabili

La Commissione europea, con le autorità di tutela dei consumatori di tutti Paesi membri, coordina ogni anno il controllo dei siti web in un particolare settore. Nel 2016 sono stati controllati complessivamente 352 siti web che confrontano offerte e prezzi, soprattutto nel settore dei viaggi. Ne è emerso che i prezzi di 235 siti, ossia due terzi dei siti controllati, non erano affidabili. Ad esempio, costi supplementari venivano aggiunti in una fase conclusiva della procedura di prenotazione senza informare chiaramente il consumatore oppure i prezzi promozionali non corrispondevano a servizi disponibili. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 6.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

SHARING ECONOMY

Divisioni politiche in Parlamento europeo

Nonostante la approvazione delle opinioni delle commissioni EMPL e ITRE sulla sharing economy, rimangono le distanze tra i maggiori gruppi politici in Parlamento europeo relativamente allaproposta di Relazione del Parlamento europeo su un'agenda europea per l'economia collaborativa. In particolare, sui temi relativi alla responsabilità delle piattaforme, il level playing field ed i diritti sociali dei lavoratori si registrano le maggiori differenze tra il gruppo S&D ed il Partito Popolare europeo. Per questa ragione, il voto in commissione IMCO, previsto inizialmente il 24 aprile, dovrebbe essere ritardato di almeno una settimana. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 30.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

FUTURO DELL’UE

60° Anniversario della firma dei Trattati

A pochi giorni dalla presentazione del Libro bianco sul futuro dell’Europa, il 25 marzo i 27 Capi di Stato e di Governo hanno firmato la “Dichiarazione di Roma” nell’ambito dei festeggiamenti per il60° Anniversario della firma dei Trattati che hanno dato vita alla comunità economica europea e all’Euratom. Nella Dichiarazione viene definita una visione comune per gli anni a venire e sottolineato che l'Ue è un'Unione unica, dotata di istituzioni comuni e di forti valori, una comunità di pace, libertà, democrazia, fondata sui diritti umani e lo stato di diritto, una grande potenza economica che può vantare livelli senza pari di protezione sociale e welfare. I leader hanno dichiarato che, consapevoli delle preoccupazioni dei cittadini dell'UE, si impegnano per la realizzazione del programma di Roma e hanno promesso di adoperarsi per: - un'Europa sicura; - un'Europa prospera e sostenibile; - un'Europa sociale; - un'Europa più forte sulla scena mondiale.

Anche Confcommercio ha contribuito alle celebrazioni dei 60 anni, sostenendo e partecipando ad un evento su “l’Impatto dell’integrazione europea sulla crescita delle aziende”, organizzato dal giornale online EuNews. L’incaricato per le Politiche Ue, Alberto Marchiori, è intervenutosottolineando come la Confederazione creda molto nell'Ue fin dai tempi del Presidente Orlando. "La vita delle imprese - ha detto Marchiori - è cambiata in meglio con il mercato unico ma il problema è che ora si è creato un eccesso di burocrazia e una forte carenza di rappresentanza politica". "Noi vogliamo che i nostri imprenditori si sentano più europei e dobbiamo fare azioni di rappresentanza più forti a Bruxelles". Marchiori ha concluso il suo intervento sottolineando che "i mali non sono tutti in Europa, eliminiamo quelli a casa nostra e evitiamo che Ue ne crei altri". (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Leggi tutto...

Europa news del 23.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

MERCATO INTERNO

Approvata dal Parlamento UE il progetto di regolamento per la tutela dei consumatori dalle truffe on-line

La Commissione IMCO del Parlamento UE ha espresso voto favorevole lo scorso 21 marzo sul testo di progetto di regolamento già approvato dal Consiglio lo scorso 20 febbraio, che prevede maggiori poteri per le Autorità competenti in materia di tutela dei consumatori dalle truffe on-line. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 16.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

VERTICE EUROPEO

Il Consiglio europeo si è riunito a Bruxelles gli scorsi 9 e 10 marzo. Il Consiglio ha rieletto presidente Donald Tusk per un secondo mandato di due anni e mezzo, dal 1º giugno 2017 al 30 novembre 2019. Donald Tusk è stato inoltre rinominato presidente del Vertice euro per lo stesso periodo. I Capi di Stato e di Governo hanno valutato la situazione economica dell'UE e della zona euro, concludendo che le riforme attuate dagli Stati membri dal 2008 stanno dando frutti: - la ripresa economica prosegue, registrando una crescita positiva in tutti gli Stati membri e le prospettive sono incoraggianti; il livello di disoccupazione è ai minimi dal 2009; lo stato delle finanze pubbliche sta migliorando e gli investimenti stanno aumentando. Per garantire la sostenibilità della ripresa economica, i leader hanno chiesto riforme strutturali, il rafforzamento delle finanze pubbliche e la promozione degli investimenti, anche tramite la rapida proroga del Fondo europeo per gli investimenti strategici. I leader si sono compiaciuti del voto favorevole espresso dal Parlamento europeo sull'accordo economico e commerciale globale (CETA) tra l'UE e il Canada e ne attendono con interesse l'imminente applicazione provvisoria. I Capi di Stato hanno inoltre ribadito la necessità di completare l'Unione bancaria in termini di riduzione e condivisione dei rischi nel settore finanziario. Hanno sottolineato l'importanza della cooperazione internazionale nella concezione di norme prudenziali e di vigilanza comuni per i servizi finanziari. Nell'ambito del Semestre europeo - il processo annuale di coordinamento delle politiche economiche dell'UE - essi hanno approvato le priorità strategiche per il 2017, illustrate nell'analisi annuale della crescita di quest'anno, e il progetto di raccomandazione del Consiglio sulla politica economica della zona euro per il 2017. Si prevede che gli Stati membri tengano conto di tali priorità nelle rispettive politiche nazionali. Infine, per quanto riguarda la dimensione sociale della crescita economica, i leader attendono il vertice sociale per l'occupazione equa e la crescita che si terrà a Göteborg il 17 novembre 2017. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News 09.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

IVA

Nuova sentenza Corte UE sull'IVA per gli e-book

A due anni esatti dalla ultima sentenza, la Corte di Giustizia dell'UE torna a ribadire la possibilità del legislatore nazionale di differenziare tra le pubblicazioni cartacee ed elettroniche, al fine dell'applicazione dell'aliquota IVA. Tuttavia, con la pubblicazione del Piano d'azione per l'IVA dello scorso 1° dicembre, la Commissione ha già presentato una proposta che mira a superare tale differenziazione tra pubblicazioni cartacee ed elettroniche. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...