Europa News del 20.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

TURISMO

Indagine europea sulla prenotazione dei viaggi online: due terzi dei siti web non sono affidabili

La Commissione europea, con le autorità di tutela dei consumatori di tutti Paesi membri, coordina ogni anno il controllo dei siti web in un particolare settore. Nel 2016 sono stati controllati complessivamente 352 siti web che confrontano offerte e prezzi, soprattutto nel settore dei viaggi. Ne è emerso che i prezzi di 235 siti, ossia due terzi dei siti controllati, non erano affidabili. Ad esempio, costi supplementari venivano aggiunti in una fase conclusiva della procedura di prenotazione senza informare chiaramente il consumatore oppure i prezzi promozionali non corrispondevano a servizi disponibili. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Ryanair al Parlamento europeo: allineare le priorità di turismo e trasporto aereo

Martedì 11 aprile, presso il Parlamento europeo si è tenuto il convegno "Aligning Tourism and Aviation Policy Agendas", organizzato dai parlamentari Istvan Ujhelyi, Claudia Tapardel and Salvo Pogliese in collaborazione con la compagnia aerea Ryanair. La compagnia aerea irlandese ha sottolineato il possibile impatto della Brexit sui flussi turistici e l'importanza della loro compagnia nel promuovere il turismo "sostenibile", inteso come quello verso aree e regioni europee più periferiche e meno battute dal turismo di massa. Alcuni parlamentari hanno evidenziato invece l'importanza della iniziativa Cielo Unico Europeo che ha portato ad un incremento del 59% dei viaggiatori, all'interno dei quali il 71% non avrebbe altrimenti viaggiato, valorizzando la destagionalizzazione delle rotte e la diversificazione delle destinazioni, effetti di cui avrebbe beneficiato l'intero comparto turistico. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Economia blu nel Mediterraneo occidentale: nuova iniziativa della Commissione europea

La Commissione europea ha lanciato una nuova iniziativa per lo sviluppo sostenibile dell'economia blu nella regione del Mediterraneo occidentale. L'iniziativa dovrebbe consentire all'UE e ai paesi vicini di collaborare al fine di aumentare la sicurezza e la protezione in mare, promuovere una crescita blu sostenibile e la creazione di posti di lavoro e preservare gli ecosistemi e la biodiversità. Si tratta di una comunicazione che illustra le principali sfide, le carenze e le possibili soluzioni ed un quadro d'azione che presenta le priorità identificate, illustra nel dettaglio le azioni e i progetti e definisce obiettivi e scadenze. I Paesi coinvolti sono cinque Stati membri dell'UE (Francia, Italia, Portogallo, Spagna e Malta) e cinque paesi partner meridionali (Algeria, Libia, Mauritania, Marocco e Tunisia). (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

DIGITALE

Roaming - Informazioni utili sulle tariffe da giugno 2017

Lo scorso 19 aprile la Commissione europea ha pubblicato una nota informativa nella quale sono sintetizzate le principali novità sulla prossima fine dei costi di roaming per i viaggiatori all'interno dell'UE. La scheda offre informazioni utili per capire cosa davvero cambierà a partire dal prossimo mese di giugno. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

FINANZIAMENTI

Flessibilità di bilancio: 6 miliardi di euro per lavoro, crescita e migrazione

Mercoledì 5 aprile, il Parlamento ha approvato un progetto di regolamento sulla revisione intermedia del QFP ove si chiede l’inserimento di nuove regole per rendere più facile lo spostamento di fondi all’interno del bilancio pluriennale dell’Ue, in modo da poter meglio affrontare le sfide più incombenti come quella relativa ai migranti e per rafforzare la sicurezza, stimolare la crescita e creare nuovi posti di lavoro. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Commissione europea: applicazione del meccanismo di disciplina finanziaria per l’anno finanziario 2018

Come tutti gli anni, la Commissione europea ha adottato una proposta di regolamento sull’applicazione del meccanismo di disciplina finanziaria per il bilancio della PAC (esercizio 2018) che prevede una riduzione della spesa agricola per i pagamenti diretti a favore della costituzione della riserva di crisi, che deve rimanere con un budget di circa 400 milioni di euro. La proposta passa ora al Parlamento europeo ed al Consiglio dell’Ue. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

L’Italia avvia un nuovo strumento finanziario per l’agricoltura sostenuto dai fondi UE

Per fare un miglior uso dei fondi europei per lo sviluppo rurale, alcune regioni italiane hanno istituito una piattaforma multiregionale di garanzia per PMI nella produzione, trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli. Il fondo mira a generare un volume d’investimento di oltre 1 miliardo. Si tratta del primo esperimento in assoluto nel quale sono coinvolte le Amministrazioni regionali, gli Enti nazionali e le istituzioni finanziarie europee. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

UNIONE DEL MERCATO DEI CAPITALI

Via libera alle nuove regole sui prospetti per facilitare l’accesso al credito alle PMI

Mercoledì 5 aprile, il Parlamento europeo ha approvato in via definitiva nuove norme vincolanti sulle informazioni fornite nei prospetti finanziari agli investitori, allo scopo di proteggerli, creare un mercato unico dei capitali più efficiente e facilitare l’accesso delle PMI ai finanziamenti. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

SISTEMI DI PAGAMENTO

Iniziativa dell’UE sulle restrizioni ai pagamenti in contanti

Nell’ambito del piano d’azione per rafforzare la lotta contro il finanziamento del terrorismo, la Commissione la lanciato una consultazione su un’azione per introdurre limiti ai pagamenti ingenti in contanti allo scopo di contrastare il finanziamento del terrorismo. La scadenza per sottoporre i contributi è il 31 maggio 2017. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

POLITICA DI COESIONE
In agenda

Importante segnalare che il prossimo Consiglio Affari generali (25 aprile) si concentrerà sullapolitica di coesione. La presidenza aggiornerà i ministri sullo stato dei lavori relativi al progetto di regolamento che semplifica le norme che disciplinano i Fondi strutturali e d'investimento europei - il cosiddetto "regolamento omnibus". I ministri discuteranno di come avvicinare la politica di coesione ai cittadini europei. Adotteranno anche conclusioni volte a rendere la politica di coesione più efficace, pertinente e visibile per i cittadini. Il Consiglio dovrebbe inoltre adottareconclusioni sull'attuazione delle strategie macroregionali dell'UE. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Politica di coesione post-2020: la Commissione a supporto di un più stretto coordinamento con il semestre europeo

L’11 aprile la Commissione europea ha pubblicato una relazione sulla competitività dei redditi bassi e delle regioni a crescita lenta. Si riportano percorsi chiari per sostenere le strategie di crescita con l'aiuto dei fondi Ue e viene dichiarato il pieno sostegno a una politica di coesione strettamente legata al “semestre europeo” (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

La Commissione e la BEI firmano il primo contratto di prestito a sostegno della biodiversità

La Commissione europea e la Banca europea per gli investimenti (BEI) hanno annunciato il primocontratto di prestito sostenuto dallo strumento di finanziamento del capitale naturale (in ingleseNatural Capital Financing Facility = NCFF). Si tratta di un partenariato per i finanziamenti, tra la Commissione e la BEI, assistito da una garanzia dell'UE, che sostiene progetti sulla natura e l'adattamento ai cambiamenti climatici tramite prestiti e investimenti su misura. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Politica di coesione post-2020: Riquet a favore di più finanziamenti per le comunità locali

Il presidente del “Gruppo a lungo termine sulla reindustrializzazione dell’Europa”, l’europarlamentare francese Dominique Riquet, ritiene che la prossima programmazione dei fondi strutturali debba prevedere maggiori finanziamenti per le autorità locali finalizzati alla fornitura di servizi pubblici attraenti e soluzioni adeguate per il lavoro e l'alloggio, per sostenere la crescita e gli investimenti in un periodo di sempre minori risorse dallo Stato centrale. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Accordi di partenariato per il periodo 2014-2020 - spesa più concentrata, ma disposizioni per la misurazione della performance complesse

La Corte dei conti europea ha pubblicato una relazione riguardante gli accordi di partenariato per la politica di coesione 2014-2020. La Corte ritiene che questi piani di investimento strategici stanno contribuendo a un uso mirato più efficace di tali fondi, però il numero degli indicatori di performance è troppo elevato e non vi è una metodologia armonizzata. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Il Parlamento europeo apre i negoziati per aiutare le regioni colpite dai disastri naturali

Il Parlamento europeo ha approvato l'apertura dei negoziati interistituzionali sulla modifica del regolamento proposto dalla Commissione europea per fornire una più rapida ed efficace assistenza alle regioni devastate dalle calamità naturali. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

FISCALITA’
Accise bevande alcoliche

La Commissione europea ha pubblicato una consultazione pubblica sulle modalità di applicazione delle accise alle bevande alcoliche. Una relazione della Commissione ha raccomandato norme fiscali più chiare per sostenere i piccoli produttori di bevande alcoliche e per contenere la lotta contro la vendita di alcolici contraffatti e dannosi. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

GIUSTIZIA E AFFARI INTERNI
Privacy
Lo scorso 11 aprile, la commissione per le libertà civili (LIBE) del Parlamento europeo ha discusso la proposta della Commissione europea che prevede che le norme europee sulla privacy in materia di comunicazioni elettroniche si applichino non solo alle società di telecomunicazioni tradizionali, ma anche ai nuovi fornitori di servizi di comunicazione, come ad es. WhatsApp, Messenger, Facebook, Skype e Gmail. La parlamentare estone, incaricata di definire la posizione in Parlamento, ha ribadito che se le aziende che forniscono servizi di comunicazione vogliono risultare “affidabili” devono garantire la riservatezza necessaria degli utenti. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 6.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

SHARING ECONOMY

Divisioni politiche in Parlamento europeo

Nonostante la approvazione delle opinioni delle commissioni EMPL e ITRE sulla sharing economy, rimangono le distanze tra i maggiori gruppi politici in Parlamento europeo relativamente allaproposta di Relazione del Parlamento europeo su un'agenda europea per l'economia collaborativa. In particolare, sui temi relativi alla responsabilità delle piattaforme, il level playing field ed i diritti sociali dei lavoratori si registrano le maggiori differenze tra il gruppo S&D ed il Partito Popolare europeo. Per questa ragione, il voto in commissione IMCO, previsto inizialmente il 24 aprile, dovrebbe essere ritardato di almeno una settimana. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News del 30.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

FUTURO DELL’UE

60° Anniversario della firma dei Trattati

A pochi giorni dalla presentazione del Libro bianco sul futuro dell’Europa, il 25 marzo i 27 Capi di Stato e di Governo hanno firmato la “Dichiarazione di Roma” nell’ambito dei festeggiamenti per il60° Anniversario della firma dei Trattati che hanno dato vita alla comunità economica europea e all’Euratom. Nella Dichiarazione viene definita una visione comune per gli anni a venire e sottolineato che l'Ue è un'Unione unica, dotata di istituzioni comuni e di forti valori, una comunità di pace, libertà, democrazia, fondata sui diritti umani e lo stato di diritto, una grande potenza economica che può vantare livelli senza pari di protezione sociale e welfare. I leader hanno dichiarato che, consapevoli delle preoccupazioni dei cittadini dell'UE, si impegnano per la realizzazione del programma di Roma e hanno promesso di adoperarsi per: - un'Europa sicura; - un'Europa prospera e sostenibile; - un'Europa sociale; - un'Europa più forte sulla scena mondiale.

Anche Confcommercio ha contribuito alle celebrazioni dei 60 anni, sostenendo e partecipando ad un evento su “l’Impatto dell’integrazione europea sulla crescita delle aziende”, organizzato dal giornale online EuNews. L’incaricato per le Politiche Ue, Alberto Marchiori, è intervenutosottolineando come la Confederazione creda molto nell'Ue fin dai tempi del Presidente Orlando. "La vita delle imprese - ha detto Marchiori - è cambiata in meglio con il mercato unico ma il problema è che ora si è creato un eccesso di burocrazia e una forte carenza di rappresentanza politica". "Noi vogliamo che i nostri imprenditori si sentano più europei e dobbiamo fare azioni di rappresentanza più forti a Bruxelles". Marchiori ha concluso il suo intervento sottolineando che "i mali non sono tutti in Europa, eliminiamo quelli a casa nostra e evitiamo che Ue ne crei altri". (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Leggi tutto...

Europa news del 23.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

MERCATO INTERNO

Approvata dal Parlamento UE il progetto di regolamento per la tutela dei consumatori dalle truffe on-line

La Commissione IMCO del Parlamento UE ha espresso voto favorevole lo scorso 21 marzo sul testo di progetto di regolamento già approvato dal Consiglio lo scorso 20 febbraio, che prevede maggiori poteri per le Autorità competenti in materia di tutela dei consumatori dalle truffe on-line. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

EUROPA NEWS DEL 16.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

VERTICE EUROPEO

Il Consiglio europeo si è riunito a Bruxelles gli scorsi 9 e 10 marzo. Il Consiglio ha rieletto presidente Donald Tusk per un secondo mandato di due anni e mezzo, dal 1º giugno 2017 al 30 novembre 2019. Donald Tusk è stato inoltre rinominato presidente del Vertice euro per lo stesso periodo. I Capi di Stato e di Governo hanno valutato la situazione economica dell'UE e della zona euro, concludendo che le riforme attuate dagli Stati membri dal 2008 stanno dando frutti: - la ripresa economica prosegue, registrando una crescita positiva in tutti gli Stati membri e le prospettive sono incoraggianti; il livello di disoccupazione è ai minimi dal 2009; lo stato delle finanze pubbliche sta migliorando e gli investimenti stanno aumentando. Per garantire la sostenibilità della ripresa economica, i leader hanno chiesto riforme strutturali, il rafforzamento delle finanze pubbliche e la promozione degli investimenti, anche tramite la rapida proroga del Fondo europeo per gli investimenti strategici. I leader si sono compiaciuti del voto favorevole espresso dal Parlamento europeo sull'accordo economico e commerciale globale (CETA) tra l'UE e il Canada e ne attendono con interesse l'imminente applicazione provvisoria. I Capi di Stato hanno inoltre ribadito la necessità di completare l'Unione bancaria in termini di riduzione e condivisione dei rischi nel settore finanziario. Hanno sottolineato l'importanza della cooperazione internazionale nella concezione di norme prudenziali e di vigilanza comuni per i servizi finanziari. Nell'ambito del Semestre europeo - il processo annuale di coordinamento delle politiche economiche dell'UE - essi hanno approvato le priorità strategiche per il 2017, illustrate nell'analisi annuale della crescita di quest'anno, e il progetto di raccomandazione del Consiglio sulla politica economica della zona euro per il 2017. Si prevede che gli Stati membri tengano conto di tali priorità nelle rispettive politiche nazionali. Infine, per quanto riguarda la dimensione sociale della crescita economica, i leader attendono il vertice sociale per l'occupazione equa e la crescita che si terrà a Göteborg il 17 novembre 2017. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...

Europa News 09.03.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

IVA

Nuova sentenza Corte UE sull'IVA per gli e-book

A due anni esatti dalla ultima sentenza, la Corte di Giustizia dell'UE torna a ribadire la possibilità del legislatore nazionale di differenziare tra le pubblicazioni cartacee ed elettroniche, al fine dell'applicazione dell'aliquota IVA. Tuttavia, con la pubblicazione del Piano d'azione per l'IVA dello scorso 1° dicembre, la Commissione ha già presentato una proposta che mira a superare tale differenziazione tra pubblicazioni cartacee ed elettroniche. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

Leggi tutto...