Europa News del 27.04.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

LAVORO

La Commissione presenta il pilastro europeo dei diritti sociali

Il pilastro stabilisce 20 principi e diritti fondamentali per sostenere il buon funzionamento e l'equità dei mercati del lavoro e dei sistemi di protezione sociale. Nelle intenzioni, esso è destinato a servire da bussola per un nuovo processo di convergenza verso migliori condizioni di vita e di lavoro in Europa. Il pilastro è concepito principalmente per la zona euro ma è applicabile a tutti gli Stati membri dell'UE che desiderino aderirvi. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

 

FISCALITA’

IVA: si avvicina l’accordo sull’equiparazione tra ebook e libri cartacei

Mercoledì 26 aprile, i rappresentanti degli Stati membri presso l'UE (COREPER) hanno compiuto progressi significativi sulla proposta legislativa per consentire di allineare l'aliquota ridotta dell'imposta sul valore aggiunto (IVA) applicabile alle pubblicazioni sia on-line che su carta. La volontà della Presidenza Maltese del Consiglio dell'UE è quello di raggiungere un accordo unanime del Consiglio ECOFIN entro il mese di giugno. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

MERCATO INTERNO

La Commissione IMCO approva i report su geoblocking e accessibilità

La Commissione IMCO del Parlamento UE il 25 aprile ha approvato due relazioni relative alla proposta di direttiva in materia di geoblocking e di accessibilità, formulando una serie di osservazioni e proposte di emendamenti che rispondono ad alcune delle principali perplessità manifestate dalle organizzazioni rappresentative delle realtà del commercio europeo. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

POLITICA DI COESIONE

Politica di coesione post-2020: Conclusioni del Consiglio Affari generali (GAC)

Martedì 25 aprile, in Lussemburgo, si è tenuta una riunione informale dei Ministri responsabili per la Politica regionale per la definizione delle priorità europee per il prossimo periodo di programmazione. Tenuto conto che queste cambieranno anche in seguito al voto di Francia, Germania e alla Brexit, le conclusioni del Consiglio sono unanimi nel puntare a una politica di coesione “più efficace, pertinente e visibile ai cittadini”. I ministri intendono dare risposte concrete attraverso una strategia per una migliore comunicazione dei benefici di questa politica. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

DIGITALE E FINANZIAMENTI

Promozione della connettività Internet nelle comunità locali

Martedì 25 aprile, la Commissione per l'industria, la ricerca e l'energia (ITRE) del Parlamento europeo ha votato il progetto di parere sulla proposta “WIFI4EU”, un’iniziativa per favorire l’accesso a internet gratuito nei punti di aggregazione pubblica, quali mezzi di trasporto pubblico e ospedali. È prevista una dotazione finanziaria di 120 milioni di euro per un progetto pilota che permetta l'installazione di moderne attrezzature Wi-Fi nei centri di vita della comunità. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Capitale europea dell'innovazione 2017 - iCapital

Questa settimana si è aperta la terza edizione del premio europeo per la capitale dell'innovazione (iCapital). Il premio sarà di 1 milione di euro e verrà destinato alla città che ha sperimentato con successo nuove e innovative iniziative incentrate sul miglioramento della vita dei cittadini attraverso l’uso delle tecnologie. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

ECONOMIA CIRCOLARE

Legambiente chiede in Parlamento Europeo un accordo ambizioso sulla economia circolare

Legambiente ha presentato il 24 aprile al Parlamento Europeo alcune tra le aziende leader nel campo del riutilizzo e riciclaggio dei rifiuti in Italia. L’evento, presieduto dalla on. Simona Bonafé, relatrice principale della Direttiva quadro sulla economia circolare, era finalizzato a chiedere un accordo ambizioso rispetto alla direttiva sui rifiuti. Il Parlamento ha già licenziato un proprio testo; si è ora in attesa della posizione del Consiglio, necessaria all’avvio dei negoziati finali. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

 

Ultima modifica ilVenerdì, 05 Maggio 2017 09:12