EUROPA NEWS DEL 4.05.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

SHARING ECONOMY

Accordo del Parlamento europeo sul testo definitivo

La commissione IMCO (mercato interno e consumatori) del Parlamento europeo ha approvato il testo definitivo della relazione sulla economia collaborativa, o sharing economy. 

Con un accordo raggiunto tra tutti i gruppi politici (EPP, S&D, ECR, ALDE, Verdi, GUE ed EFDD), il testo è stato votato praticamente all'unanimità. 

Numerose le questioni affrontate: dalla trasparenza fiscale delle piattaforme alle soglie da individuare per i professionisti. La Relazione sarà quindi approvata nel corso della sessione plenaria di giugno. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

 

TURISMO

Diritti dei passeggeri del trasporto aereo

Nel corso di un incontro sui diritti dei passeggeri del trasporto aereo presso il Parlamento europeo di giovedì 4 maggio, la onorevole De Monte ha rivelato come la Commissione europea dovrebbe pubblicare una nuova proposta relativa a questa materia il prossimo 7 di giugno. Tra le questioni che saranno affrontate in tale ambito, alcuni parlamentari richiedono la fine della differenziazione di prezzo tra i diversi canali di distribuzione dei biglietti aerei. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

FISCALITÀ

Corte di giustizia: riduzioni delle accise su benzina e gasolio in Friuli Venezia Giulia

La Commissione europea ha deciso di rinviare l'Italia alla Corte di giustizia dell'UE per aver omesso di applicare l'aliquota di accisa nazionale su benzina e diesel acquistata dagli automobilisti residenti nella regione del Friuli Venezia Giulia. La Commissione ritiene infatti che ciò sia una riduzione delle accise su diesel e benzina, che pone un ostacolo al corretto funzionamento del mercato interno dell'UE e viola alcune norme UE. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

POLITICA DI COESIONE

Sette azioni per migliorare la comunicazione della Politica di coesione

La Commissaria per la politica regionale, Corina Creţu, ha presentato sette azioni volte a migliorare la visibilità della politica regionale europea. Tra queste, - lancio di una campagna su scala europea; - risultati visibili e accessibili online a tutti i cittadini; - comunicazione delle migliori buone pratiche; - organizzazione di concorsi e esposizioni fotografiche; - dialogo aperto e diretto con i cittadini su pregi e difetti di tale politica. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

La Commissione lancia una campagna per promuovere la politica di coesione

Martedì 2 maggio, la Commissione europea ha annunciato il lancio di una campagna di promozione per rafforzare la visibilità della politica regionale tra i cittadini europei. L'iniziativa itinerante “l'Europa nella mia regione” segnerà l’avvio di migliaia di progetti europei finanziati dai fondi strutturali. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

I deputati europei vogliono garanzie tra il piano di Juncker e i fondi SIE

Martedì 25 aprile, la Commissione politica regionale (REGI) ha votato la relazione dell’Onorevole Costanze Krehl (S&D, Germania) che affronta la relazione tra i fondi Strutturali e di Investimento europei e il Fondo europeo per gli Investimenti Strategici (FEIS). Il relatore ritiene che la miglior soluzione sia la presentazione da parte della Commissione europea di una specifica proposta che affronti il legame tra i due fondi. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

MERCATO INTERNO

Le prossime iniziative della Commissione sulle restrizioni operative nel commercio

Lo scorso 3 maggio la Commissione europea ha organizzato a Bruxelles un workshop sul tema delle c.d. restrizioni operative nel Mercato Unico per il settore del commercio. All’incontro, cui hanno partecipato rappresentanti delle maggiori organizzazioni europee del settore insieme a rappresentanti degli Stati membri, la Commissione UE ha annunciato che nel prossimo mese di giugno verrà lanciata una consultazione pubblica sul tema e che in autunno verranno presentate alcune best practice e linee guida. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ultima modifica ilVenerdì, 12 Maggio 2017 09:47