EUROPA NEWS DEL 22.06.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

VERTICE EUROPEO

Oggi e domani si tiene a Bruxelles il Vertice europeo che prevede all'ordine del giorno i seguenti dossier: Sicurezza interna e difesa; l’Accordo di Parigi sul clima; il Mercato interno, il Commercio internazionale; l’approvazione delle raccomandazioni per paese (Semestre europeo); i flussi migratori e l’Europa digitale (preparazione del Digital Summit a Talline il 29 settembre).

I Capi di Stato e di Governo dovrebbero, a margine della riunione, approvare la procedura da seguire per il trasferimento delle Agenzie Ue che sono attualmente insediate nel Regno Unito. Nella letterad’invito del Presidente del Consiglio europeo, Donald Tusk, ai membri del Consiglio, è interessante sottolineare quanto segue: “È legittimo affermare che il nostro incontro avverrà in un contesto politico diverso da quello di alcuni mesi fa, quando le forze anti-UE erano in ascesa. Gli attuali sviluppi nel continente sembrano indicare che ci stiamo lentamente avviando a una svolta. In gran parte dei nostri paesi i partiti politici che hanno basato la propria forza sui sentimenti anti-UE cominciano a perdere peso. Stiamo assistendo al ritorno dell'UE come soluzione e non come problema. Paradossalmente le ardue sfide degli ultimi mesi ci hanno resi più uniti di prima. Tuttavia, è anche grazie alla vostra determinazione che abbiamo mantenuto tale unità. Desidero ringraziarvi per questo e vi chiedo di più. È proprio la nostra unità il motivo per cui oggi ci troviamo in una posizione decisamente migliore, con un rinnovato ottimismo per il futuro”. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

SEMESTRE EUROPEO

Il 16 giugno il Consiglio ha approvato i progetti di raccomandazioni e pareri sulle politiche economiche e di bilancio degli Stati membri per il 2017. L'approvazione dei testi è una fase fondamentale del "semestre europeo", un processo annuale di monitoraggio delle politiche. Le raccomandazioni inerenti alle politiche economiche e di bilancio e alle politiche occupazionali saranno sottoposte al Consiglio europeo per approvazione nella riunione del 22 e 23 giugno. Il Consiglio dovrebbe adottarle formalmente l'11 luglio 2017.

 

FINANZIAMENTI

Fondo di solidarietà Ue: 1,2 miliardi€ per le zone terremotate in Italia

La Commissione propone di mobilitare 1,2 miliardi di euro a titolo del Fondo di solidarietà dell'UE a seguito dei terremoti che hanno colpito l'Italia centrale nel 2016 e nel 2017. Corina Crețu, Commissaria Ue per la Politica regionale, ha dichiarato: "Questa somma eccezionale (…) aiuterà l'Umbria, il Lazio, le Marche e l'Abruzzo a sanare le ferite e a riprendersi completamente. Nel corso della mia visita in Umbria a febbraio ho ribadito la solidarietà della Commissione europea nei confronti delle persone che hanno perso tutto a causa dei terremoti e la nostra disponibilità a sostenere il processo di ricostruzione. Dalle macerie sorgeranno nuove case e nuove scuole e l'attività economica riprenderà slancio. E l'UE sarà al fianco dell'Italia lungo tutto questo cammino." (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

BREXIT

Il 19 giugno a Bruxelles, si sono aperti i negoziati per il Brexit. L'UE et il RU hanno stabilito le priorità e il calendario dei negoziati. I negoziati saranno organizzati in sessioni da tenersi una volta al mese, tra il 17 luglio e il 9 ottobre, nell’ambito dei gruppi di lavoro che riguarderanno i diritti dei cittadini, l’accordo finanziario e tutti le altre “questioni nate dalla separazione”. "Nel momento in cui avremo fatto progressi sufficienti e concreti" in questa prima fase, ha assicurato il coordinatore del Brexit, Michel Barnier, "sarò il primo a raccomandare al Consiglio europeo di aprire in parallelo il negoziato sulle future relazioni, che dovrà prolungarsi oltre il ritiro dei britannici dalla UE". In un comunicato, il Presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, ha ricordato le condizioni sine qua non per una approvazione dell’accordo da parte degli eurodeputati, ossia: il RU deve “preservare i diritti (…) dei cittadini europei interessati dal Brexit, garantire le conclusioni del Good Friday Agreement per l’Irlanda del Nord e rispettare gli impegni finanziari”. Da parte sua, il coordinatore per il Brexit presso il Pe, Guy Verhofstadt, ha sottolineato l’obiettivo “di dare una certezza giuridica sia ai nostri popoli che alle nostre imprese”. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

OCCUPAZIONE

Alcuni ministri europei chiedono un piano d’azione sul sociale

Martedì 20 giugno, alcuni ministri socialdemocratici responsabili degli affari europei, insieme al Vicepresidente della Commissione europea, Frans Timmermans, hanno lanciato un appello per la rapida adozione di un piano d'azione sull'Europa sociale. Hanno riscontrato con dispiacere la mancanza di un punto all'ordine del giorno del prossimo Consiglio europeo sul sociale. Michael Roth, il ministro tedesco responsabile delle questioni europee ha dichiarato di esserne particolarmente interessato e ha sottolineato la necessità di ricalibrare la posizione delle dimensioni economiche e sociali al fine di garantire l'efficace funzionamento del mercato interno. Durante il Consiglio "Occupazione e politica sociale" (EPSCO), il Lussemburgo e l'Austria hanno formulato una dichiarazione congiunta sul Pilastro Sociale che è va proprio in questa direzione. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Nuovo strumento per agevolare l'accesso al lavoro dei cittadini di paesi terzi

In concomitanza con la Giornata mondiale del rifugiato indetta dall'ONU, la Commissione europea pubblica lo strumento europeo di determinazione delle competenze per i cittadini di paesi terzi. Si tratta di un web editor utilizzabile on line e off line che permetterà a quanti non sono cittadini dell'UE di presentare le proprie competenze, qualifiche ed esperienze in modo da renderle immediatamente comprensibili ai datori di lavoro, agli erogatori di istruzione e formazione e alle organizzazioni che si occupano di migranti in tutta l'Unione europea. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

FISCALITA’

Stop in Consiglio UE alle proposte su reverse charge ed e-book

Venerdì 16 giugno, il Consiglio ECOFIN non ha trovato alcun accordo tra gli Stati membri sia in materia di IVA sugli e-book che sulla proposta di applicazione pilota del meccanismo di inversione contabile (reverse charge) generalizzato, per la quale si era candidata la Repubblica Ceca. La Francia avrebbe chiesto di rinviare la discussione relativa all’applicazione pilota del reverse chargea settembre, come parte della futura proposta della Commissione su un sistema di IVA definitivo. A quel punto, il ministro della Repubblica Ceca ha minacciato di porre il veto sulla seconda proposta relativa all'IVA, quella sulle pubblicazioni elettroniche, che era stata richiesta in particolare da Francia e Lussemburgo. La questione della parificazione delle aliquote IVA sugli e-book è stata quindi riportata alla prima riunione sotto la presidenza estone, a luglio. Mentre sulreverse charge manca un consenso tra gli Stati membri. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Proposta della Commissione europea di nuove norme di trasparenza

Il 21 giugno, la Commissione europea ha proposto nuove norme di trasparenza per gli intermediari, come consulenti fiscali, contabili, banche e avvocati, che elaborano e promuovono sistemi di pianificazione fiscale per i loro clienti. Recenti rivelazioni dei media, come i Panama Papers, hanno messo in luce il modo in cui alcuni intermediari aiutano le società e le persone a sottrarsi al fisco, di solito attraverso sistemi transfrontalieri complessi. La proposta mira ad affrontare tale pianificazione fiscale aggressiva rafforzando i controlli sulle attività inedite di pianificatori e consulenti fiscali. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

AMBIENTE

Settimana europea dell'energia sostenibile

Si è tenuta a Bruxelles la Sustainable Energy Week dedicata alla transizione verso forme di energia pulita in Europa.  Come sottolineato dal Commissario Miguel Arias Cañete, intervenuto all'evento di apertura, per la prima volta nella Storia europea, nel periodo 2005-2015 ad un aumento del PIL (+10%), è corrisposta una diminuzione del consumo di energia primaria (-11%).  Grande attenzione è stata posta dai relatori sull'incontro del Consiglio UE previsto lunedì prossimo (26 giugno), dove potrebbe essere trovato un accordo sulla efficienza energetica. Inoltre, a novembre il Parlamento europeo promuoverà una conferenza di alto livello sullo sviluppo delle modalità di finanziamento della transizione energetica. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

AGRICOLTURA

Proposte sulle pratiche commerciali scorrette nella primavera del 2018

Il Commissario europeo per l'agricoltura, Phil Hogan, ha annunciato che la Commissione intende presentare, entro la primavera 2018, una proposta normativa per combattere le pratiche commerciali scorrette e migliorare la posizione degli agricoltori nella food supply chain. La Commissione effettuerà una valutazione d'impatto per considerare tutte le opzioni che permettano miglioramenti rispetto allo status quo. I risultati della valutazione saranno presentati nella prima metà del prossimo anno. Successivamente si svolgerà una consultazione pubblica di 12 settimane e la Commissione cercherà di formulare le proposte entro la prossima primavera. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

DIGITALE

Nuove regole per le piattaforme digitali

Il Parlamento Ue ha approvato lo scorso 15 giugno una risoluzione con la quale chiede alla Commissione di rafforzare la normativa europea sulle piattaforme digitali per contrastare la diffusione delle c.d. fake news, aumentare la protezione della privacy e sostenere una concorrenza leale fra gli operatori economici. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Eurostat: «Economia e società digitale nell’Ue»

Lo scorso 16 giugno, Eurostat ha pubblicato dati relativi a «Economia e società digitale nell’Ue», suddivisi in quattro parti: “profilo della società e delle imprese numeriche”, “Commercio elettronico”, “Sicurezza su Internet e Cloud” e “Che cos’è il mercato unico digitale”. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

MERCATO INTERNAZIONALE

Regole anti-dumping più forti per tutelare le imprese ed il lavoro in Europa

Il comitato INTA del Parlamento UE ha approvato lo scorso 20 giugno una relazione sulla proposta della Commissione di modifica delle regole europee anti-dumping che chiede di rafforzare ulteriormente le stesse, in modo da proteggere più efficacemente gli interessi delle imprese e dei lavoratori europei. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

MERCATO INTERNO

Nominata la nuova presidente della Commissione IMCO del Parlamento UE

Lo scorso 21 giugno, a seguito della elezione alla Camera dei Comuni della precedente presidente, On. Vicky Ford, la Commissione IMCO del Parlamento UE ha nominato quale sua nuova presidente l’On. Belga Anneleen Van Bossuyt (ECR). (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

POLITICA DI COESIONE

La Conferenza delle Regioni Periferiche Marittime d'Europa (CRPM) critica la distribuzione geografica degli investimenti del Piano Juncker

In uno studio pubblicato il 15 giugno, la Conferenza delle Regioni Periferiche e Marittime d'Europa afferma che la distribuzione geografica degli investimenti nell’ambito del Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS) è estremamente ingiusta perché le realtà meno sviluppate non riescono ad approfittare dei suoi benefici. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE) ha adottato la sua posizione sul futuro della politica di coesione

Il 22 giugno il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (CCRE) ha pubblicato un documentopolitico contente 14 proposte per il futuro della Politica di coesione post-2020. Il CCRE propone che i cinque fondi SIE siano organizzati in un unico regolamento che eviterebbe sovrapposizioni. Questa semplificazione renderebbe inoltre più facile l’accesso ai finanziamenti. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

VICINATO

Visti Ucraina

Dal 12 giugno è applicabile l’esenzione dal visto per gli Ucraini che vogliono soggiornare per un breve periodo nell’Ue. Tutti gli Ucraini che sono in possesso di un passaporto biometrico potranno recarsi in uno Stato Ue per un periodo di 90 giorni/max. su un periodo di 180 giorni. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

 

Ultima modifica ilMercoledì, 28 Giugno 2017 16:48