CALA LA DISOCCUPAZIONE GIOVANILE

Secondo i dati provvisori Istat sul mese di febbraio il tasso di disoccupazione giovanile (15 - 24 anni) è calato del 35,2%, (di 1,7 punti rispetto a gennaio e 3,6 in meno su febbraio 2016 ).

Emerge però anche un lieve aumento, rispetto a gennaio, degli inattivi, cioè coloro che non lavorano ma nemmeno cercano lavoro. Inoltre la stima degli occupati e il tasso di occupazione restano stabili rispetto a gennaio, se infatti sono aumentati i lavoratori ultracinquantenni (+60mila), nel frattempo sono diminuiti quelli delle altre classi di età: -33mila occupati tra i 35 e i 49 anni, -19mila tra i 25 e i 34 anni.
Finiti gli sgravi contributivi, poi, è nuovamente in salita il numero dei lavoratori a termine mentre calano quelli a tempo indeterminato.