DDL CONCORRENZA APPROVATO

Il 29 agosto è entrato in vigore il DdL concorrenza che riguarda varie categorie di lavoratori e imprenditori, ma anche i consumatori.

Vediamo le principali novità approvate dal Senato:

- Professionisti: dal 29 agosto 2017 sono obbligatori i preventivi per avvocati, ingegneri, commercialisti etc… Così ogni parcella dovrà essere concordata preventivamente, indicando anche titoli di studio e specializzazione, difficoltà della prestazione professionale e dettaglio completo delle voci di spesa.

- Assicurazioni: le polizze sui rischi accessori non si rinnoveranno più tacitamente, ma si risolveranno automaticamente alla scadenza.

- Telemarketing: viene soppresso un comma con cui venivano stabilite alcune caratteristiche necessarie per le telefonate non sollecitate dagli stessi clienti; non saranno più obbligati a dichiarare chi è soggetto per il quale avviene la chiamata, che si tratta di una telefonata a natura commerciale ed è abolito l’obbligo di proseguire la chiamata soltanto in presenza di assenso del destinatario.

- Contratti telefonici e pay tv: i costi di rescissione dovranno essere chiari fin dalla stipula del contratto e diventa obbligatorio informare i clienti sulle spese necessarie per cambiare operatore. Inoltre, le operazioni dovranno poter essere svolte anche in via telematica. I contratti non potranno inoltre essere superiori ai 24 mesi.

- Luce e gas: addio al mercato tutelato dal 1° luglio 2018; le bollette troppo elevate a causa di ritardi o disguidi col fornitore potranno essere pagate a rate. Il DdL inoltre cancella l’asta delle forniture elettriche per gli utenti che non avranno scelto il nuovo operatore alla scadenza del mercato a maggior tutela.

- Poste: stop al monopolio sull'invio di multe e notifiche, previsto per settembre 2017.

- RC auto: sconti in arrivo per chi installa la scatola nera e per i virtuosi che non causano incidenti da 4 anni pur vivendo nelle province a più alto tasso di sinistri stradali.

- Srl: sarà necessario l’intervento del Notaio anche per la costituzione di srl semplificate.

- Farmacie: le società di capitale potranno controllare le farmacie, ma dovranno rispettare un tetto del 20% su base regionale. I farmaci di Fascia C continueranno a essere venduti solo in farmacia.

- Booking e alberghi: approvata la cosiddetta norma “Booking” che vieta il “parity rate” consentendo agli albergatori di praticare prezzi e condizioni migliori rispetto a quelli offerti da intermediari terzi, anche online. 

- Uber: inizia la strada della regolamentazione, che dovrà arrivare ad una conclusione entro un anno dall’entrata in vigore del DdL concorrenza, con la pubblicazione di un decreto legislativo che disciplini le regole per gli autoservizi pubblici non di linea, come appunto Uber e gli Ncc.