I MIGLIORI CONCEPT-STORE AL MONDO/11

Continuiamo a viaggiare per il mondo alla ricerca di idee innovative ed efficaci per realizzare un concept store. Oggi siamo a Tel Aviv, per scoprire il negozio “fronte del porto” della casa di moda israeliana Comme-il-Faut, all’interno del complesso Bayit Banamal.


Comme-il-Faut nasce dall’unione di 24 donne, un consorzio, di Tel Aviv per creare moda e arte prettamente femminili e promuovere designer e artisti locali. Da qui nasce l’aspetto e lo scopo tutto al femminile di questo concept store dalla location unica: un hangar al porto di Tel Aviv, con vista sul mare.
Le ideatrici di questo progetto definiscono così le destinatarie del loro store: “donne indipendenti, consapevoli, mature e sicure di sé. Persone che non seguono le mode. Donne che comprendono la qualità e la moda, in particolare i nostri pezzi senza tempo”.


All’interno del concept store troviamo dunque 20 boutique che non offrono solo capi di abbigliamento di ogni foggia e tipo, ma anche gioiellerie, negozi di scarpe, accessori, un sex shop, un ristorante e una Spa per sole donne che offre trattamenti olistici per il corpo.
Nel Bayit Banamal è possibile anche seguire corsi di danza del ventre, yoga, ecc.. e vedere mostre di artisti e fotografi locali, rinnovate ogni 3 mesi e che vertono prevalentemente su tematiche femministe.
La struttura avveniristica che ospita il Comme-il-Faut è immacolata e curata in ogni dettaglio, con una visione chiara di ogni boutique presente all’interno, dai negozi di design israeliani, a quelli di accessori che vanno dalle ceramiche agli oggetti per la casa.



Leggi tutto...

I migliori concept-store al mondo/10

Oggi voliamo fino in Giappone, dove spesso le novità arrivano prima in fatto di marketing e commercio, per scoprire un concept store che è riuscito nel doppio intento di riqualificare un’area urbana e creare un punto vendita originale e frequentatissimo.
Si tratta di The Pool ad Ayoama, quartiere all’ultimo grido della capitale nipponica, che, come suggerisce il nome, è stato creato all’interno di una vecchia piscina comunale costruita negli anni ’70 e successivamente abbandonata.
All’interno del distretto più trendy di Tokyo, sorge dunque questo negozio di accessori, abbigliamento, street-wear e oggettistica più disparata, ideato dal designer, musicista e produttore Hiroshi Fujiwara.



Le vasche della piscina sono state chiuse da lastre di vetro sulle quali è possibile camminare, che hanno permesso di mantenere l’aspetto originale dell’ambiente.
Lo stesso si può dire delle porte degli spogliatoi originali e degli oggetti tipici delle piscine (galleggianti, sdraio, ripiani antiscivolo) recuperati con usi nuovi e adattati allo store.
All’interno del negozio è stata allestita anche una mostra sulla storia dello street-wear che raccoglieva jeans, giacche, cappelli e t-shirt degli anni passati. Per l’occasione è nata anche la capsule-collection “Once in a Lifetime” disponibile anche per l’acquisto online.



The Pool ha anche un caffè che offre toast gourmet di ogni tipo (anche dolci) e un negozio di fiori costruito in stile serra.
Purtroppo l’idea originale era quella di un temporary-store e la chiusura è prevista entro il 2016, ma ancora non è stato comunicato nulla in proposito dal retailer.

 

Leggi tutto...

I MIGLIORI CONCEPT-STORE AL MONDO/9

In odore di Olimpiadi 2016, ci trasferiamo anche noi in Brasile, ma non a Rio, a San Paolo, per scoprire un concept store in tutto e per tutto carioca: Clube Chocolate.
Tre piani dedicati ai designer locali di gadget, abbigliamento, fiori e accessori per tutti i gusti.



Anche l’architettura dello store riflette questa “brasilianità” con interni in legno color miele e luce naturale, accentuati dal lavoro dell’architetto Isay Weinfeld dalla scalinata a chiocciola in bronzo.



Nei 1800 metri quadrati dello store non mancano ovviamente bar e ristorante (dove tutto ciò che è sul menu è anche in vendita, da portare a casa) nei quali potete anche camminare a piedi scalzi, sulla sabbia, tra le palme che ricreano l’ambiente di una tipica spiaggia brasiliana.



Ultimo arrivato al Clube Chocolate è il corner Fruit Bank, dove sono in vendita kit di frutta per porre rimedio a qualsiasi problema, dalla cellulite alla depressione.
E per sorprendere i clienti ci sono persino delle voliere con uccelli tropicali rarissimi!

Leggi tutto...

I migliori concept-store al mondo/8

Oggi vi portiamo a Byron Bay, sulla costa orientale dell’Australia, per conoscere un concept store davvero fortunato: Spell and The Gypsy Collective.
Questo negozio ormai di grido, nasce infatti come una bancarella di accessori su misura realizzati dalle sorelle Elizabeth e Isabella Briedis. Accessori sicuramente originali, che incontrano il gusto dei più giovani (ma non solo) grazie al loro stile hipster e bohémienne.

Dalla bancarella si passa quindi ad un negozio vero e proprio, dalle dimensioni modeste sulla meravigliosa costa di Byron Bay dove comincia ad arrivare il pellegrinaggio degli appassionati di frange, velluto, laccetti e stampe animalier, tanto che la prestigiosa rivista Condé Nast Traveller lo consiglia tra le mete da visitare in zona perché, scrivono, "sembra essere uscito direttamente da Woodstock". 


Effettivamente oggetti come cavigliere, coroncine di fiori e amuleti indiani riportano indietro nel tempo.
Ma lo Spell è ben piantato nel presente, soprattutto se guardiamo alla sua presenza online: circa 600,000 follower su Instagram e un blog seguitissimo.
Non mancano certo di iniziativa le proprietarie, che organizzano periodicamente eventi a tema offrendo aperitivi e cene agli invitati, sempre rigorosamente in stile “gypsy” da spiaggia.



Nell’ultima occasione hanno addirittura istituito un furgone Wolkswagen-navetta tra lo shop sulla spiaggia e il nuovo sample store.



[Tutte le immagini da Instagram @spell_byronbay]

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS